DE FR IT
Verein eJustice
Contatto

Segreteria eJustice.CH

Casella postale 3134
3001 Bern

Tel. +41 58 462 47 23

info@eJustice.ch

Twitter: @ejusticeCH

Statuto del 28 marzo 2011

Stato: 13 maggio 2019

I. NOME, SCOPO E SEDE DELL’ASSOCIAZIONE

Art. 1 Nome e Scopo

L’Associazione eJustice.CH promuove l’impiego delle tecnologie dell’informazione per accrescere l’efficienza e la prossimità delle amministrazioni della Confederazione, dei Cantoni e dei Comuni in particolare nei seguenti ambiti:

a. legislazione;
b. registri pubblici;
c. tribunali e autorità giudiziarie;
d. scambio di atti giuridici per via elettronica tra i partecipanti al procedimento e le autorità;
e. identificazione delle persone, firma elettronica e certificazione pubblica elettronica;
f. pubblicazioni scientifiche e giuridiche, compresa la repertoriazione;
g. archiviazione.

Art. 2 Attuazione

¹ L’associazione si adopera per raggiungere il proprio scopo, in particolare:

a. coordina progetti di importanza nazionale nel settore dell’informatica giuridica con diversi parte-cipanti, assume la direzione di tali progetti o ne assicura il monitoraggio;
b. elabora standard tecnici e metodologici e invita i suoi soci ad applicarli;
c. contribuisce ad elaborare il quadro giuridico;
d. osserva il mercato, sostiene i progetti d’importanza nazionale di operatori dei settori pubblico e privato e si adopera per contrastare gli sviluppi sfavorevoli;
e. si adopera per promuovere la ricerca nel settore dell’informatica giuridica;
f. funge da forum di discussione per tutte le cerchie interessate e ne promuove attivamente la collaborazione e l’interconnessione.

² Le attività concrete dell’associazione sono stabilite in un programma di lavoro.

Art. 3 Sede

La sede dell’associazione è Berna.

II. AFFILIAZIONE

Art. 4 Soci

¹ Possono affiliarsi all’associazione le persone fisiche e le organizzazioni di diritto privato o pubblico.
² Il comitato è competente per l’accettazione di nuovi soci. La decisione del comitato è impugnabile dinanzi all’assemblea generale entro 30 giorni a partire dalla notifica o dalla comunicazione della decisione.

Art. 5 Cessazione dell’affiliazione

L’affiliazione cessa:

a. alla fine dell’esercizio amministrativo mediante dichiarazione scritta di dimissione depositata al più tardi tre mesi prima della fine dell’esercizio;
b. per il fallimento o lo scioglimento di un socio;
c. per esclusione.

Art. 6 Esclusione

¹ Il comitato può escludere un socio:

a. se ha gravemente leso gli interessi dell’associazione o ha agito in maniera contraria agli scopi fissati nello statuto;
b. se non rispetta i suoi obblighi nei confronti dell’associazione;
c. per altri motivi importanti.

² La decisione del comitato è impugnabile dinanzi all’assemblea generale entro 30 giorni dalla notifica o dalla comunicazione della decisione. Il ricorso ha effetto sospensivo.

³ Le dimissioni o l’esclusione dall’associazione non danno diritto alla riscossione di parte del patri-monio sociale.

III. ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

Art. 7

Gli organi dell’associazione sono:

a. l’assemblea generale;
b. il comitato;
c. la commissione di gestione;
d. la segreteria;
e. i revisori contabili.

A. L’assemblea generale

Art. 8 Convocazione

¹ L’assemblea generale ordinaria ha luogo nei sei mesi che seguono la fine dell’esercizio amministrativo.

È possibile convocare assemblee generali straordinarie su:

a. decisione del comitato;
b. decisione dell’assemblea generale;
c. richiesta dei revisori;
d. richiesta di un quinto dei soci.

² Il comitato convoca l’assemblea generale. La convocazione avviene mediante lettera contenente l’ordine del giorno, inviata ai soci al più tardi 20 giorni prima della data dell’assemblea. Se è prevista una modifica dello statuto, i testi proposti devono essere comunicati ai soci.

Art. 9 Partecipazione e voto

Tutti i soci dell’associazione hanno diritto di partecipare all’assemblea generale e dispongono di un voto.

Art. 10 Decisioni

¹ Le decisioni dell’assemblea generale sono prese a maggioranza semplice dei voti espressi. Per le elezioni fa stato la maggioranza assoluta; i voti in bianco o nulli non sono presi in considerazione per il calcolo della maggioranza assoluta.

² Il presidente partecipa alle votazioni. In caso di parità dei voti, per le decisioni è determinante il voto del presidente e per le elezioni il sorteggio.

³ Le decisioni di modifica dello statuto o di scioglimento dell’associazione necessitano di una maggioranza di tre quarti dei voti. Sono fatte salve le disposizioni irrevocabili del presente statuto.

Art. 11 Attribuzioni

L’assemblea generale è l’organo supremo dell’associazione e ha le seguenti attribuzioni:

a. elezione e destituzione del comitato, del presidente e dei revisori contabili;
b. approvazione del rapporto annuale del comitato;
c. approvazione del consuntivo annuale e del rapporto dei revisori contabili;
d. discarico del comitato;
e. decisione in caso di ricorso;
f. approvazione del preventivo;
g. modifica dello statuto;
h. emanazione e approvazione di regolamenti;
i. scioglimento dell’associazione;
j. definizione della politica generale dell’associazione e fissazione delle priorità per le attività da svolgere in un programma di lavoro.

B. Il comitato

Art. 12 Composizione

¹ Il comitato è composto da un numero di soci non inferiore a cinque e non superiore a quindici.

² Il comitato e il presidente sono eletti per due anni e sono rieleggibili.

³ In seno al comitato devono essere rappresentati la Confederazione, i Cantoni, le associazioni professionali e altri gruppi d’interesse.

Art. 13 Convocazione e procedura decisionale

¹ Il comitato si riunisce ogniqualvolta gli affari lo richiedono o su richiesta di uno dei suoi membri.

² Le decisioni sono prese a maggioranza dei membri presenti. Il presidente partecipa alle votazioni. In caso di parità dei voti, per le decisioni è determinante il voto del presidente e per le elezioni il sorteggio.

³ In presenza di una proposta formulata espressamente, la decisione può essere presa per via circo-lare, purché nessun membro esiga una consultazione orale. La decisione presa per via circolare dev’essere suffragata dal consenso di tutti i membri del comitato.

Art. 14 Attribuzioni

¹ Il comitato è competente per tutti gli affari che non sono riservati a un altro organo dalla legge o dallo statuto.

² Esso informa regolarmente i soci sullo stato dei lavori, in particolare in merito a raccomandazioni importanti e pareri.

³ Esso nomina l’amministratore che partecipa con voto consultivo alle deliberazioni del comitato e della commissione di gestione.

Art. 15 Organizzazione

Il comitato si costituisce liberamente, fatto salvo l’articolo 11 lettera a. Esso designa le persone abilitate a firmare in nome dell’associazione.

C. La commissione di gestione

Art. 16 Composizione

Il comitato può nominare una commissione di gestione composta di almeno tre membri del comitato.

Art. 17 Attribuzioni

La commissione di gestione esegue i compiti che le sono attribuiti dal comitato. Per lo svolgimento di compiti particolari, essa può costituire gruppi di lavoro o consultare esperti.

D. La segreteria

Art. 18

¹ La segreteria è diretta dall’amministratore.

² Gestisce gli affari correnti e i progetti dell’associazione.

E. I revisori contabili

Art. 19

¹ I revisori contabili sono eletti per due anni e sono rieleggibili.

² 2 I revisori contabili hanno il compito di verificare la contabilità dell’associazione.

³ Un ufficio di revisione della Confederazione o di un Cantone è incaricato di controllare la tenuta dei conti esterni secondo l’articolo 20.

IV. RISORSE FINANZIARIE DELL’ASSOCIAZIONE

Art. 20 Risorse finanziarie

¹ risorse finanziarie dell’associazione sono composte:

a. dalle quote annuali dei soci;
b. da contributi pubblici;
c. da donazioni di terzi;
d. da indennità per la direzione di progetti e per l’esecuzione di altri mandati.

² L’associazione risponde delle proprie obbligazioni unicamente sino a concorrenza del patrimonio sociale.

³ I fondi che si trovano su conti gestiti a titolo fiduciario per progetti esterni non appartengono e-spressamente al patrimonio sociale.

4 I fondi dell’associazione sono adibiti esclusivamente e irrevocabilmente agli scopi pubblici e di pubblica utilità di cui all’articolo 1. La presente disposizione non può essere abrogata né modificata.

Art. 21 Quote annuali dei soci

¹ Le quote annuali dei soci ammontano a :

a. 5’000 franchi per la Confederazione;
b. 2’500 franchi per le associazioni professionali nazionali;
c. 1’500 franchi per i Cantoni con un indice delle risorse pari o superiore a 115.0;
d. 1’000 franchi per i Cantoni con un indice delle risorse tra 70.0 e 114.9;
e. 700 franchi per i Cantoni con un indice delle risorse pari o inferiore a 69.9 e per le Città e i Comuni;
f. 1’000 franchi per ogni altra organizzazione e per le imprese con più di 50 collaboratori;
g. 500 franchi per le imprese con meno di 50 collaboratori;
h. 200 franchi per le persone fisiche e le ditte individuali

² L’indice delle risorse di un Cantone è stabilito in base all’allegato 1 dell’ordinanza del 7 novembre 2007 concernente la perequazione finanziaria e la compensazione degli oneri (OPFC; RS 613.21).

³ Il comitato può, su richiesta, ridurre o rimettere la quota annuale a un’organizzazione a debole capacità finanziaria che mette a disposizione delle risorse (ad esempio collaborando in seno al comitato). La decisione del comitato è definitiva e vale soltanto per un anno.

V. CHIUSURA DEI CONTI

Art. 22

¹ Il consuntivo annuale è chiuso al 31 dicembre. Il bilancio e il conto profitti e perdite devono essere allestiti conformemente alle prescrizioni degli articoli 957 e seguenti del Codice delle obbligazioni.

² Per ciascuno dei conti esterni secondo l’articolo 20 è tenuta una contabilità separata.

VI. COMUNICAZIONI

Art. 23

Le comunicazioni ai soci dell’associazione sono fatte per lettera o per posta elettronica.

VII. SCIOGLIMENTO

Art. 24

¹ L’associazione si scioglie al raggiungimento dello scopo sociale.

² L’assemblea generale può deliberare con una maggioranza di tre quarti dei voti lo scioglimento dell’associazione in una sessione convocata a tale scopo. Il comitato procede alla liquidazione, fatto salvo il caso in cui l’assemblea generale affidi la liquidazione a liquidatori specialmente designati. L’assemblea generale conserva tutte le sue competenze durante la procedura di liquidazione.

³ In caso di scioglimento dell’associazione il patrimonio sociale è attribuito a un’organizzazione di pubblica utilità esonerata dall’obbligo fiscale con sede in Svizzera. L’assemblea generale decide su proposta del comitato. La presente disposizione non può essere abrogata né modificata.

VIII. VIII. DISPOSIZIONE FINALE

Art. 25

Il presente statuto sostituisce lo statuto del 13 novembre 1998 ed entra in vigore il 1° aprile 2011.¹

Magglingen, 28 marzo 2011

Il presidente: Michael Leupold

L’amministratore: Urs Paul Holenstein

¹ È stato modificato dalla decisione dell’assemblea generale del 24 marzo 2014 (art. 10 cpv. 3, art. 20 cpv. 4 [nuovo] e art. 24 cpv. 3), del 19 maggio 2019 (Titolo I. e art. 1) e giugno 2020 (art. 24 cpv. 3).